Sondaggio Nucleare
Emergenza Nucleare: sapete come comportarvi in caso di incidente ad una centrale nucleare?
 
Sondaggio Legge Seveso
Legge Seveso: siete informati dei rischi degli stabilimenti industriali di Trieste?
 
Tracce di legalità

Home

DISCARICA MARINA DI PORTO SAN ROCCO (MUGGIA): LA COMMISSIONE EUROPEA CONFERMA LA CONDANNA DELL'ITALIA E L'OBBLIGO DI BONIFICA

 

Con comunicazione del 17 luglio la Direzione Generale Ambiente della Commissione Europea ha confermato la procedura di infrazione nei confronti dell’Italia per la discarica di Porto San Rocco a Muggia. La discarica a mare era stata realizzata occultandovi 18 mila metri cubi di rifiuti tossico nocivi (idrocarburi policiclici aromatici, policlorobifenile, metalli pesanti) e costruendovi sopra una collina artificiale (Parco delle Vele) con annessa spiaggia sottostante.

Leggi tutto...

 

TERMINALE GNL NEL PORTO DI TRIESTE: VINCOLANTE IL PARERE DELLA SLOVENIA

Il nuovo via libera rilasciato dal Ministero dell’Ambiente italiano al progetto del rigassificatore proposto dalla Gas Natural nel porto di Trieste deve intendersi come uno dei pareri espressi nell’ambito della procedura di Valutazione Impatto Ambientale, e non certo quindi definitivo.

Leggi tutto...

 

RISPUNTA IL PROGETTO DEL TERMINAL DI RIGASSIFICAZIONE NEL PORTO DI TRIESTE?

 

Il pressing dell’Italia per mettere KO il porto di Trieste procede senza soste. Dopo l’approvazione nella legge finanziaria degli emendamenti presentati dal senatore (triestino) del PD Francesco Russo per far chiudere il Porto Franco Nord sdemanializzandolo e trasformandolo in zona urbana,  consentendo così l’avvio di una lucrosa speculazioni edilizia da almeno 1,5 miliardi di euro, rispunta ora il mai defunto progetto del terminale di rigassificazione della spagnola Gas Natural.

Leggi tutto...

 

FERRIERA DI SERVOLA: I PROBLEMI DELLA CONVERSIONE

Nell'iter relativo alla richiesta di rilascio dell'Autorizzazione Integrata Ambientale sono oggetto di valutazione le emissioni in atmosfera, gli scarichi idrici ed i rifiuti.
L'iter in argomento pare non possa essere concluso se non su richiesta di chi subentrerà alla Lucchini spa.
Da notizie di stampa infatti emerge che il dott. Nardi ha predisposto un bando di gara per la vendita degli impianti.
Vediamo pertanto le singole problematiche.

Leggi tutto...

 

RIGASSIFICATORE NEL PORTO DI TRIESTE: REVOCA DEL DECRETO DI COMPATIBILITA’ ANCORA SOSPESA

SE L’ATTO NON VERRA’ FIRMATO DAL MINISTRO DELL’AMBIENTE ENTRO IL 19 MARZO, LA SPAGNOLA GAS NATURAL POTREBBE OTTENERE IL VIA LIBERA AL PROGETTO DAL TAR LAZIO

Il solito pasticcio all’italiana, oppure qualcosa di peggio? Il progetto del terminale di rigassificazione della spagnola Gas Natural nel canale di Zaule all’interno del porto di Trieste è sospeso ad un filo, ma non è ancora cancellato. Dopo la riapertura dell’istruttoria per la V.I.A. (Valutazione di Impatto Ambientale) decisa dal Ministro dell’Ambiente Corrado Clini il 27 dicembre 2012 su richiesta della Presidente dell’Autorità Portuale di Trieste Marina Monassi, il Ministero dell’Ambiente emanava il 18 aprile del 2013 un provvedimento di sospensione di V.I.A. per un periodo di sei mesi, nel corso del quale la società proponente il progetto (Gas Natural) avrebbe dovuto indicare un sito alternativo per la realizzazione del terminal gas.

Ultimo aggiornamento (Lunedì 24 Febbraio 2014 11:27)

Leggi tutto...

 

CAMPAGNA TESSERAMENTO GREENACTION TRANSNATIONAL 2014

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A DIFESA DEL TERRITORIO CONTRO GLI INQUINAMENTI DI STATO: STOP ALLA DEVASTAZIONE AMBIENTALE DI TRIESTE - SI ALL’INTERVENTO DELLE NAZIONI UNITE PER ACCERTARE LE RESPONSABILITA’ DELLO STATO ITALIANO NEL DISASTRO AMBIENTALE DELLA ZONA A DEL TERRITORIO LIBERO DI TRIESTE

Greenaction Transnational è un’organizzazione ambientalista nata a Trieste nel 2007 e federata nella rete del movimento ONG internazionale di AAG (Alpe Adria Green). Greenaction è in prima linea a difesa dell’ambiente e dei diritti civili dalla sua fondazione. Nei primi sei anni di attività  ha  ottenuto rilevanti risultati a livello europeo con i ricorsi sulla mancata attuazione della legge Seveso (sicurezza impianti industriali) a Trieste, sugli inquinamenti transfrontalieri, sulle emergenze radiologiche (sicurezza nucleare), sullo smaltimento illecito dei rifiuti.

Leggi tutto...

 

TUTELA STATUS GIURIDICO DEL PORTO FRANCO INTERNAZIONALE DI TRIESTE

Trieste, 26.09.2013 - Con interrogazione presentata il 2 settembre al Parlamento Europeo l’eurodeputata della Lega Nord Mara Bizzotto ha richiesto urgenti chiarimenti alla Commissione Europea in merito alla politica di dismissione del Porto di Trieste attuata dallo Stato italiano in violazione conclamata del Trattato di Pace del 1947 che ne garantisce lo status di Porto Franco Internazionale.

L’aggressiva politica italiana è ben dimostrata dai recenti interventi degli europarlamentari del PDL Aldo Patriciello (interrogazione E-000264/2013) e Barbara Matera (interrogazione E-006306-13) che con le loro interpellanze hanno richiesto alla Commissione Europea di intervenire per togliere o limitare i diritti che derivano al Porto di Trieste in base al Trattato di Pace del 1947 in quanto considerati lesivi della libera concorrenza all’interno dell’Unione Europea, ed in particolare nei confronti dei porti italiani.

Leggi tutto...

 

Questo sito utilizza i cookies per migliorare il servizio offerto. Sono impiegati solo i cookies essenziali per il funzionamento del sito e sono già stati impostati. Per maggiori informazioni potete cliccare qui.

EU Cookie Directive Module Information